Autore

  • Staff

Condividi

Sosta del Malpasso

Partite vixdum satis certa luce, al primo sorgere del giorno, le legioni superano faticosamente, immerse nella nebbia, la strettoia che porta al lago, Caio Flaminio si è mosso inesplorato, senza riconoscere il terreno; e la coda dell'esercito in marcia sta ancora varcando il Malpasso quando sui legionari si avventano i nemici, acquattati sulle balze rocciose sovrastanti.
Malgrado l'asserto di Livio (XXII, 4, 3), secondo cui ad essere schierata ad ipsas fauces, all'entrata stessa del vallone, era la cavalleria punica, il quadro geografico, ancor oggi immutato, sembra in questo punto prestarsi assai poco all'azione di forze montate. Meglio è, forse, ritenere con Polibio che la parte occidentale della trappola sia stata costituita dai Celti e, appunto, dalla cavalleria; ma con quest'ultima disposta più avanti (forse lungo i corsi del Macerone e del Rio delle Cerrete), dove la piana si allarga.

 

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading