Autore

  • Staff

Condividi

Intervista alla Signora Giulia

La Signora Giulia racconta la tradizione del pizzo d’Irlanda sull'Isola Maggiore. Tale tipo di lavorazione del merletto ad uncinetto fu introdotta dalla marchesa Elena, figlia del marchese Giacinto Guglielmi, nel 1904. La signora fece venire una maestra direttamente dall’Irlanda per insegnarne la tecnica alle ragazze dell’Isola. Per la lavorazione si utilizzano filo ed uncinetto sottilissimi in modo da ottenere effetti minutissimi di ricamo. La scuola continuò fino alla metà del secolo guidata dalla signora Elvira Tosetti in De Sanctis che usava leggere alle ragazze per rendere più vivace il lavoro, brani della Gerusalemme liberata. In questo modo si spiega l’origine di alcuni nomi di tradizione epica presenti nell’isola che avevano colpito la fantasia delle isolane a tal punto da assegnarli ai propri figli. Le principali applicazioni riguardavano tovaglie, colletti, fazzolettini, guanti, ma anche interi vestiti. L’arte del merletto fu in seguito tramandata dalle donne dell’isola di madre in figlia ed è tutt’ora praticata. Una scelta di manufatti è esposta nel palazzo già sede delle opere pie Isola Maggiore.

 

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading